Differenza tra yogurt greco e alla greca.

Differenza tra yogurt greco e alla greca.

Differenza tra yogurt greco e yogurt alla greca.

Differenza tra yogurt greco e alla greca.

Ciao a tutti, eccomi di nuovo con il primo articolo del 2018. Le festività sono finite ed è il momento di rimetterci in riga dopo le grandi abbuffate. Non esistono più scuse sia per chi come me deve riprendere la dieta e sia per chi vuole solo riprendere uno stile di vita sano.  Oggi voglio parlarvi di yogurt e vi spiego il perché. Stando a dieta una delle cose che compro è lo yogurt greco che a volte mangio il pomeriggio con la frutta fresca. Girando per i banchi frigo dei supermercati cercando appunto lo yogurt greco, mi sono ritrovata ad avere in mano un vasetto di yogurt alla greca. Mi sono subito accorta che, seppure il nome simile, qualcosa di diverso ci doveva essere. Giorni fa sfogliando una rivista ho trovato un articolo che parlava appunto di questa differenza e voglio condividerla con voi perché sono sicura di non essere l’unica ad essermi posta questa domanda.

Yogurt greco:

Lo yogurt greco deriva dal latte prima fermentato e poi filtrato per eliminare il siero del latte. Viene filtrato per 3 volte in modo da rendere il prodotto più concentrato e ridurre il contenuto di lattosio e zucchero. Inoltre ha più proteine e meno lipidi. Lo yogurt greco ha come ingrediente principale il latte e  vengono aggiunti i fermenti lattici che fanno benissimo alla salute.

Yogurt alla greca:

Lo yogurt alla greca deriva dal latte prima fermentato e poi filtrato per eliminare il siero del latte. Viene filtrato solo 1 volta al massimo 2 e questo rende il prodotto meno concentrato e contiene più lattosio e zucchero.  Ha meno proteine e più lipidi. Lo yogurt alla greca ha come ingrediente principale il latte ma vengono aggiunti altri ingredienti come la panna, lo zucchero e gli addensanti che servono a dare cremosità al prodotto. Vengono utilizzati anche dei coloranti, additivi e correttori del gusto.  Esistono anche degli yogurt alla greca con una qualità migliore ve ne accorgerete leggendo l’etichetta: devono essere privi di zuccheri aggiunti e additivi.

Spero che questo articoli vi sia utile! Alla prossima!

Olga del blog “A casa di Olga”

Contatti:

e-mail: acasadiolga86@gmail.com

 Profilo Facebook

Pagina Facebook

Google+

Twitter

Instagram

Pinterest

Se ti fa piacere puoi iscriverti alla Newsletter del blog inserendo la tua e-mail in fondo a quest’articolo oppure nel box posizionato sulla colonna desta del blog. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *