Il forno.

Il forno.

Il forno è l’elettrodomestico utilizzato per la cottura dei cibi insieme al classico fornello ed è quindi fondamentale in cucina. Per ottenere il massimo dal nostro forno dobbiamo imparare a conoscerlo perchè i forni non sono tutti uguali.

Quanti tipi di forno ci sono?

Ci sono diversi tipi di forno tra cui: il forno a gas, il forno a microonde, il forno a legna e il forno elettrico. Ogni tipo di forno ha le proprie caratteristiche, eccole nel dettaglio:

Il forno a gas è stato il più utilizzato fino a qualche anno fa, oggi invece è stato sostituito da altri modelli. Il forno a gas è il più economico sia per il prezzo d’acquisto che per i consumi. Esso funziona attraverso un bruciatore posto nella parte bassa del forno e questo provoca una cottura dei cibi non uniforme perché tende a cuocere maggiormente la base.

Il forno a microonde viene utilizzato per scaldare, scongelare e cuocere i cibi in pochissimi minuti. I primi forni a microonde non avevano l’opzione di cottura potevano solo essere usati per scongelare e riscaldare. Bisogna leggere sempre il libretto delle istruzioni perché nel forno a microonde non possono essere inseriti alcuni cibi come le uova con il guscio o bevande che contengono un’alta gradazione alcolica. I contenitori che possono essere inseriti nel forno a microonde sono quelli di ceramica, plastica e silicone idonei per le alte temperature. Assolutamente non vanno inserite nel microonde teglie di metallo, legno o cristallo.

Il forno a legna viene utilizzato da tempi antichissimi soprattutto per la cottura del pane. Il forno a legna viene definito anche forno a cottura indiretta perché i cibi non vengono a contatto direttamente con il fuoco. Il materiale principale utilizzato per la realizzazione dei forni a legna è quello refrattario ad altissima resistenza termica. Come dal nome, la legna viene utilizzata per alimentarlo e va acceso almeno 3 ore prima dell’utilizzo.

Forno elettrico oggi lo troviamo in tutte le case ed è quello che da un po’ di tempo ha sostituito il forno a gas. Si accende mediante l’elettricità ed è dotato di due resistenze, una inferiore e una superiore. I forni elettrici moderni hanno più modalità di cottura tra cui quella statica e quella ventilata.

Qual’è la differenza tra il forno statico e il forno ventilato?

  • Forno statico: Il calore viene trasmesso prevalentemente per irraggiamento mediante le resistenze superiori e inferiori quindi il calore si spande dal basso verso l’alto o viceversa. Essendo la cottura meno uniforme e più lenta è ideale per tutte le preparazioni che contengono lievito quindi lievitati, dolci, torte, pane, pizza ecc…Non si possono cucinare più pietanze insieme.
  • Forno ventilato: Il calore si spande in maniera uniforme grazie all’attivazione di una ventola che muovendo l’aria ci offre una cottura uniforme e più veloce. Il forno ventilato viene utilizzato per la cottura di arrosto, pollo, pesce, verdure, pasta al forno e tutti i dolci dal cuore morbido. E’ possibile cucinare insieme più pietanze.

Inoltre il forno elettrico ha anche la modalità grill. La modalità grill viene utilizzata negli ultimi minuti di cottura e consente di far dorare le pietanze.

Consigli per un buon utilizzo del forno.

1) Il forno va sempre preriscaldato prima di essere usato;

2) Durante la cottura il forno non va mai aperto e se proprio è necessario farlo va aperto solo durante gli ultimi minuti di cottura;

3) Attenzione alle temperature. Tra il forno statico e quello ventilato c’è una differenza di temperatura di più o meno 20 gradi. Esempio: cuocerete una pietanza a 200 gradi se deciderete di utilizzare la modalità statica, a 180 gradi se quella ventilata.

4) Anche il posizionamento della teglia è importante. Nella modalità ventilata l’ideale è una posizione intermedia, se invece usate il grill la teglia va posizionata sulla parte superiore del forno.

5) La pulizia del forno non va assolutamente trascurata.

Olga del blog “A casa di Olga”

Contatti:

e-mail: acasadiolga86@gmail.com

 Profilo Facebook

Pagina Facebook

Google+

Twitter

Instagram

Se ti fa piacere puoi iscriverti alla Newsletter del blog inserendo la tua e-mail in fondo a quest’articolo oppure nel box posizionato sulla colonna desta del blog. Grazie

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *